Meditazione del 14 giugno 2021

Vota questo articolo
(1 Vota)

Voi dunque pregate così: "Padre nostro che sei nei cieli... (Matteo 6:9)

IL MODELLO DELLA PREGHIERA

L'insegnamenti di Gesù sulla preghiera costituisce un modello per i credenti: "Padre nostro che sei nei cieli". Usando la parola "Padre", dobbiamo riconoscere di appartenere a una "famiglia", di avere una relazione speciale con Dio che ci autorizza a rivolgerci a Lui in qualsiasi momento, sapendo d'essere accolti con amore e benevolenza. Dicendo Gesù: "Nei cieli", ci rivela che non possiamo salire più in alto perché ci stiamo rivolgendo alla fonte della grazia. L'espressione: "Sia santificato il Tuo nome" indica quale deve essere il pensiero dominante del credente. "Venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra" è l'espressione di chi si affida a Dio e si fida di Lui per ogni cosa. Il credente si rivolge in preghiera al Padre celeste perché ha con Lui una relazione d'intima comunione spirituale e questo ne determina la fiducia che ha di Dio. La preghiera che il credente eleva al Padre celeste non è meccanica, ma rivolta con il cuore perché ama Dio, con fede perché si fida di Lui e regolarmente perché desidera avere comunione con il Signore.

Letto 171 volte

Video

Altro in questa categoria: Meditazione del 04 ottobre 2020 »

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

« Settembre 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

Copyright © 2002 - 2021 Parole di Vita. Tutti i diritti sono riservati.

Parole di Vita ® è un marchio registrato presso il Ministero dello Sviluppo Economico UIBM di proprietà

dell’Associazione Parole di Vita - Codice Fiscale 04772210656 - senza scopo di lucro,

iscritta nel Registro degli Operatori di Comunicazione n.23848

Avvia una Chat con noi su WhatsApp
Close and go back to page