Stampa questa pagina

Meditazione del 03 ottobre 2019

"La folla...gridava: «Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore, il re d'Israele!»" (Giovanni 12:12-13)

COLUI CHE VIENE NEL NOME DEL SIGNORE

L'entrata trionfale di Gesù è ricordata anche da coloro che si accostano alla Bibbia in modo formale e tradizionale. La gente gridava: «Benedetto colui che viene nel nome del Signore», e nella loro esclamazione viene espressa tutta la gioia di un popolo che riteneva, finalmente, di aver trovato il Messia promesso, era un grido di acclamazione a Colui che li avrebbe liberati dal giogo di Roma. Questo era ciò che pensavano, ma in realtà non compresero. Anche i suoi discepoli, soltanto dopo la Sua ascensione iniziarono a capire molte cose, e cioè che Colui che veniva nel nome del Signore, cioè Gesù; era si venuto per liberare, ma non dal giogo temporale di Roma, bensì dalla schiavitù del male e del peccato. Ancora oggi, soltanto chi ha da Lui ricevuto nuova vita, può comprendere appieno il significato della Sua venuta. Vogliamo essere tra coloro che esclamano dal profondo del cuore: «Benedetto colui che viene nel nome del Signore», perchè liberati dalla condanna del male e del peccato.