Stampa questa pagina

Meditazione del 24 agosto 2019

"Allo stesso modo anche quelli, se non perseverano nella loro incredulità, saranno innestati; perché Dio ha la potenza di innestarli di nuovo" (Romani 11:23)

IL DUBBIO NEI CREDENTI

L'incredulità trova terreno fertile quando si smette di guardare a quello che Gesù ha fatto per noi e che ci ha dato per grazia, e si guarda invece alla nostra carne, alle nostre fragilità e imperfezioni; il peccato è stato messo fuori combattimento, ma finchè siamo nella carne è sempre lì e il rischio è quello di guardare ad esso per cadere nell'angoscia. Nell'Antico Testamento, Dio disse: "Fino a quando mi disprezzerà questo popolo, dopo tutti i miracoli che ho operato in mezzo a loro?" Quante volte ancora vogliamo ricadere nel dubbio e fare Dio bugiardo, invece di accettare il Suo meraviglioso amore? Il risultato sarà sempre lo stesso: paura, sconforto, dubbi, peccati, e quel che è più grave, allontanamento dalla grazia del Padre e Iddio d'amore. Alcuni nella distretta arrivano a pensare, "il Signore non mi ama". Ma come può essere vero questo? Oggi guarda alla croce e a Gesù che muore per l'uomo peccatore, e fa che tale meravigliosa verità infondi in te la fede e cacci ogni dubbio.