Stampa questa pagina

Meditazione del 17 giugno 2019

"Io prendo oggi a testimoni contro di voi il cielo e la terra, che io ti ho posto davanti la vita e la morte, la benedizione e la maledizione; scegli dunque la vita, affinché tu viva" (Deuteronomio 30:19)

TU COSA SCEGLIERAI?

Dio non ci obbliga ad essere Suoi servi, non vuole forzare la nostra libertà, non vuole prendere il nostro cuore senza che glielo offriamo volontariamente. Dio è amore; ci lascia liberi di scegliere. Tanti uomini induriscono il proprio cuore volontariamente nell'orgoglio della propria potenza, illudendosi di essere signori assoluti delle loro proprie esistenze e dei propri possedimenti. L'uomo nella propria cecità, ha l'ardire di gridare: "Chi è il Signore?" come il ricco della parabola continua a ripetere: "Anima ... riposati, mangia, bevi, godi", credendo di essere al sicuro, certo della propria ricchezza e del proprio potere. "Ma Dio gli disse: "Stolto, questa notte stessa l'anima tua ti sarà ridomandata". Tutti gli uomini dovranno rendere conto dinanzi a Dio del modo in cui hanno speso la propria vita. Il Signore ci aiuti ad appartenere a quelli che si sono umiliati dinanzi a Lui e ricevendo Cristo come Salvatore e Signore, sono stati liberati dal giusto giudizio divino. Scegli Dio, scegli la vita.