Stampa questa pagina

Meditazione del 01 aprile 2019

"Poi Gesù, partito di là, passando, vide un uomo chiamato Matteo, che sedeva al banco delle imposte, e gli disse: "Seguimi". Ed egli, alzatosi, lo seguì" (Matteo 9:9)

SEGUIRE GESU'

Quando Gesù vide Levi (Matteo), il figlio di Alfeo, lo invitò a seguirLo. A quella chiamata, la risposta del giovane fu immediata. Matteo da che cosa fu spinto a seguire Gesù? Fu incoraggiato, certamente, non soltanto da una chiamata esteriore di Gesù, la cui fama si era sparsa dappertutto (Matteo 4:14), ma molto più, da quella grazia che cambiò il cuore di un uomo indaffarato nelle cose del mondo per diventare un seguace di Cristo: "Ma se è per grazia, non è più per opere; altrimenti la grazia non è più grazia" (Romani 11:6). Matteo, nel Vangelo che scrisse, parla poco di sé ma racconta tanti particolari di altri chiamati da Gesù, che, come lui, lo hanno seguito. Non meravigliamoci di questa sua conversione e non chiediamoci come sia possibile che ciò avvenga! I bisogni di un'anima inquieta non possono essere soddisfatti da nessuna realtà terrena. Ricchezza, gloria, fama, notorietà ecc. Accetta Gesù e seguiLo. Egli ti salverà e riempirà il vuoto del tuo cuore e diventerà la ragione della tua vita.