Stampa questa pagina

Meditazione del 03 gennaio 2019

"Se uno pensa di essere qualcosa pur non essendo nulla, inganna se stesso" (Galati 6:3)

QUALE GLORIA?

Si racconta che un giorno un picchio era intento a forare la corteccia di un albero, quando il cielo si fece improvvisamente nero per l’avanzare di un temporale. Tuonava, ma il picchio continuava imperterrito il suo lavoro. Un fulmine colpì l’albero e lo ridusse in cento pezzi. L’orgoglioso volatile, rimasto in vita, volò dai suoi amici pennuti e gridò “salve, amici, venite a vedere cosa sono stato capace di fare, come ho ridotto quell'albero”! Questo picchio superbo ci fa pensare a quei tali che si gloriano di sé stessi. Senza Dio nessuno è capace di qualcosa e con le proprie forze non possiamo fare nulla. A qualunque condizione sociale apparteniamo, tutto ciò che abbiamo ci viene da Dio, ed è per la Sua gloria. Facciamo sempre nostre le parole della Scrittura: “Chi si gloria, si glori nel Signore” (1° Corinzi 1:31). Ricordiamoci che tutto quello che abbiamo è per la misericordia e provvidenza di Dio e a Lui vogliamo rendere sempre l'onore e la gloria.